A.R.C.A. e C.R.1

Com'e' iniziato non sapremmo dirlo… L’idea è stata promossa dal Dirigente Scolastico Daniela Mariantoni, con l’obiettivo di trasformare la scuola in un’azienda di soli studenti, guidati dal Comandante Luigi Aldini, ricostruendo il CR1 dell’ingegnere Celestino Rosatelli. All’inizio il numero di ragazzi partecipanti era ristretto e la fiducia nel progetto poca: ma, col passare del tempo, gli studenti lo hanno trovato interessante e sono entrati in gran numero a farne parte, coinvolti dall’entusiasmo dei compagni. Con impegno e dedizione il progetto si è andato via via sviluppando, fino a diventare realtà, tanto che numerose autorità si sono interessate a noi, sostenendoci. Il progetto ha raccolto consensi nel territorio reatino e anche in altre zone dell’Italia, suscitando interesse in molti. Tutto è iniziato qualche tempo fa … quando dall’idea di semplici lezioni di aeronautica, nacque un grandioso progetto: La costruzione del caccia CR1 opera dell’ingegner Celestino Rosatelli di cui la nostra scuola porta il nome. Progetto portato avanti da una scuola con tre diversi rami di studio, istituto tecnico tecnologico, istituto professionale e liceo scientifico scienze applicate, i quali, ciascuno a suo modo, hanno contribuito alla nascita di questa azienda “ARCA”. Non è stato difficile intraprendere una giusta via da seguire: gli studenti/lavoratori dall’istituto “Celestino Rosatelli” sono stati da subito capaci di autogestirsi in maniera autonoma. L’azienda, proprio come una vera impresa, è divisa in varie direzioni tutte con un rispettivo direttore responsabile, che si confronta, ogni lunedì, prima di riprendere i lavori, con il leader dell’azienda. Non è un obiettivo facile da raggiungere quello che l’ARCA si è prefissato ma, sicuramente, grazie a generosi sponsor che consentono la fornitura di materiali e alla collaborazione di tutti coloro che vorranno partecipare, l’ambizioso progetto andrà a buon fine!
fondazione_varrone bricoio radiomondo volosportivo rietilife